lunedì 21 marzo 2016

Dolly's armchair

Dovete sapere che mia zia ha una cagnolina
molto simpatica, iperattiva, giocherellona
e soprattutto ...... viziatissima!!!

La cara Dolly in giardino ha una poltrona tutta per sè
dove riposa nei rari momenti di tranquillità.
I cuscini della poltrona però erano molto vecchi e rovinati
e avevano bisogno di una bella rinfrescata.


Mia zia, quindi, ha ben pensato di chiedermi di cucire delle federe nuove
ed io sono stata molto felice di accontentarla :-)

Finalmente ho avuto l'occasione di utilizzare il meraviglioso libro
The home-sewn home di Vanessa Arbuthnott:
senza ombra di dubbio è il più bel libro di cucito per la casa che c'è in circolazione.
I progetti sono uno più bello dell'altro
e i tessuti disegnati da Vanessa sono a dir poco spettacolari.

Insomma ... si capisce che sono letteralmente innamorata
di questo libro e delle stoffe di Vanessa?!?
Wow!!!


Per realizzare i cuscini della poltrona
ho seguito passo-passo le istruzioni del Box-edge cushion.

Sinceramente devo ammettere che non è stata una passeggiata
e che questo progetto è stato abbastanza impegnativo per me.

Ho fatto parecchi errori,
infatti il primo cuscino che ho cucito è tutt'altro che perfetto!!!
E' decisamente storto, gli angoli non sono cuciti a regola d'arte
e ho avuto molta difficoltà nell'assemblare
la fascia laterale con la parte inferiore e superiore del cuscino!!!


In compenso, però, il cuscino della seduta è venuto decisamente meglio
e sperimentando ho imparato nuove tecniche
(come ad esempio cucire un cordoncino profilato - piping).

Tutti i bordi dei cuscini, infatti, sono rifiniti con un cordoncino
ricoperto dal tessuto tagliato in sbieco.
Questo piccolo particolare, secondo me,
rende il tutto più curato e dal sapore "professionale":
il risultato mi piace molto :-)


Ho imparato anche un nuovo modo per cucire le cerniere
e anche in questo caso trovo che il risultato sia molto carino.


La stoffa che ho utilizzato,
che ho acquistato su tessuti.com ,
mi ha dato dei problemi:
infatti una parte del tessuto era stampata in drittofilo,
ma un'altra parte no!!!!

Di conseguenza ho dovuto scegliere le parti di stoffa da tagliare
in base al drittofilo,
quindi non sono riuscita a far combaciare
il motivo sulla fascia laterale
con quello della parte superiore e inferiore dei cuscini.
Pazienza ;-)


Un altro libro di cucito che ho consultato
per realizzare questi cuscini è il seguente:
Enciclopedia delle tecniche di cucito per l'arredo tessile.

Non è bello come quello della Arbuthnott
ed è anche un po' difficile da capire e poco chiaro
(almeno secondo me!),
però ha il vantaggio di essere scritto in italiano.

Bene care amiche sartine,
ora non mi resta che salutarvi!
Un bau bau anche da Dolly e dalla sua inseparabile pallina :-)

Alla prossima!!!




8 commenti:

  1. Mi puoi spiegare la storia del drittofilo, per favore??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci provo! Il drittofilo corrisponde all'ordito (fili longitudinali) della stoffa. La giusta direzione del drittofilo è molto importante, soprattutto se dobbiamo cucire un vestito ma ovviamente anche in tutti gli altri progetti di cucito. Questo vuol dire che il tessuto non va tagliato a caso, ma il cartamodello va sempre posizionato sulla stoffa seguendo il drittofilo. La stoffa che ho acquistato per confezionare questi cuscini è un cotone stampato, ma non è di ottima qualità perché la stampa del tessuto non segue sempre il drittofilo, ma è storta. Se si taglia la stoffa in sbieco (cioè in diagonale), questa risulta elastica e tende a perdere la sua forma.

      Elimina
  2. Difetti? Io direi perfetto. Bellissima poltrona e il proprietario mi sembra soddisfatto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille sabrina, sempre gentilissima ♡

      Elimina
  3. Secondo me hai fatto un lavoro semplicemente meraviglioso, bravissima!!!
    E mi immagino la fatica ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, è stata una faticaccia ma ne è valsa la pena!

      Elimina
  4. Che meraviglioso lavoro!!
    Complimenti!!

    un bacio
    Sara
    This is Sara

    RispondiElimina

Grazie mille per essere passati di qui, ogni vostro commento mi riempie il cuore di gioia!